recensioni

La Premessa: Si torna nuovamente in quel fantastico mondo targato Frank Miller dove la storia e la fantasia si fondono per creare una miscela esplosiva che non può non essere fatta assolutamente per il cinema, il prode Leonida ed i suoi 300 ci hanno solo indicato la via, ora è tempo attraversare la soglia.

La Storia

Questo secondo capitolo è tratto dalla seconda graphic novel di Frank Miller dal titolo Xerxes, la storia si erige nello stesso tempo come prequel e sequel delle vicende narrate nel cult diretto da Zack Snyder 300. Il nuovo eroe contro le armate di Serse si chiama Temistocle, il comandante ateniese che unì la Grecia intera contro la minaccia della disfatta.

La Regia

Non c'è più Zack Snyder (ora alla produzione), al suo posto Noam Murro, regista israeliano al suo debutto assoluto dietro la macchina da presa, un rischio che però la Warner Bros ha accettato di correre visto il suo spiccato talento.

Recensione Lone Survivor (7.0) Un'intensità che regala emozioni unicheLa Premessa: "Ho girato il mondo due volte, ho parlato con tutti una volta, non c'è niente che non sappia fare, non c'è cielo troppo alto, non c'è mare troppo mosso, ne ho imparate di cose nella vita, mai sparare a un grosso con un piccolo calibro, se c'è qualcosa che vale la pena di farla, falla da grande (grande uomo) solo i vigliacchi non osano io sono un amante, un combattente, un sommozzatore dei navy seal".

Questa è la citazione che riecheggia in una delle scene clou del film Lone Survivor e che rappresenta in pieno il coraggio e lo spirito fraterno di uno dei corpi dell'esercito americano più glorioso in assoluto, per questo e per altro merita l'apertura di questa recensione.

La Storia

Recensione 12 Anni Schiavo (7.5) Una immane piaga raccontata dallo straordinario talento di Steve McQueenLa Premessa: La schiavitù è da considerare una delle piaghe della società che più hanno influenzato negativamente la storia dell'essere umano, una così grande barbaria ed ingiustizia che per noi abitanti dell'era contemporanea può essere capita (forse) con la visione di film di questa portata emotiva.

La Storia

12 Anni Schiavo è liberamente tratto dal romanzo che racconta la vera storia di Solomon Northup, un uomo libero trasformato in uno schiavo con l'inganno e liberato solo dopo 12 anni di grande sofferenza.

La Regia

storia d'invernoDa quest'oggi le mie recensioni subiranno un leggero cambio nella forma, chiaramente non nella sostanza, è sempre più abitudinario oramai abbandonare la lettura quando essa stessa risulti lunga ed articolata, per questo la nuova forma sarà molto più breve e strutturata in sezioni.

Ogni recensione sarà quindi divisa in sezioni, ovvero la premessa, la storia, la regia, il cast, la sezione tecnica e le dovute conclusioni, con ognuna di queste sezioni cercherò di essere breve, conciso e sempre molto soggettivo nel dare i miei pareri.

La prima recensione del nuovo corso è dedicata a Storia d'Inverno. 

La Premessa

Cosa spinge le persone a sognare e credere nel destino? Beh i miracoli, piccoli o grandi che essi siano, ognuno di noi possiede un destino e che noi ce ne accorgiamo o meno esso si compie proprio grazie all'aiuto di qualcosa di incomprensibile.

i, frankensteinUno dei personaggi più conosciuti della letteratura mondiale è senza dubbio Frankenstein, il mostro nato dalla mente creativa di Mary Shelley nel 1816, molteplici sono state le volte in cui Hollywood ha voluto puntare su di lui, ma mai come in questa occasione il tutto è sembrato davvero fuori luogo.

I, Frankenstein è l'adattamento cinematografico della graphic novel di Kevin Grevioux dove il mostro di Shelley diventa suo malgrado giudice di una guerra eterna tra forze del bene e del male.

Alla regia c'è Stuart Beattie, sceneggiatore di film come Collateral e molti dei capitoli della saga Pirati dei Caraibi, quindi non proprio un novellino, ma il suo è un esordio con un film di un certo spessore purtroppo non è stato molto fortunato, eppure il materiale c'era eccome.

last vegas posterIn molti avranno pensato (compreso il sottoscritto) che Last Vegas fosse una sorta di Una Notte da Leoni per vecchietti e per questo una commedia che avesse realmente poco da dire, specialmente alla fascia più giovane di pubblico ed invece......

Last Vegas ruota intorna ad un'amicizia che dura dal quasi sessant'anni, quattro amici che nonostante l'età e gli acciacchi inevitabili cercano in ogni modo possibile di onorarla.

Il motivo della loro pazza riunione è il matrimonio di un membro del gruppo, tutti si recheranno nella mitica Las Vegas per organizzare un addio al celibato da non dimenticare.